Economia Editoria 28/10/2015 10:47 Notizia letta: 2727 volte

Strade del vino, Lonely Planet boccia la Sicilia

Ci ha preferito la Sardegna
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-10-2015/strade-del-vino-lonely-planet-boccia-la-sicilia-500.jpg

Vittoria - La Sicilia del vino resta a bocca asciutta: niente itinerario turistico nella guida enoturistica pubblicata da Lonely Planet, la famosa guida per viaggiatori “soli” la cui casa editrice è oggi di proprietà della BBC. 120 milioni di guide stampate nel 2013 in nove lingue diverse: questi i numeri del colosso inglese che, fiutando l’enorme potenzialità che offre il settore dell’enoturismo, ha deciso di dedicare una guida specifica alla cultura del vino: si tratta di Wine Trails, ovvero 52 itinerari nelle terre del vino di tutto il mondo, con 327 luoghi consigliati in cui degustare i prodotti ed eventualmente soggiornare. E naturalmente, anche l’Italia entra nella guida (che tra l’altro ha ottenuto il massimo degli itinerari indicati, sette), ma non la Sicilia, nonostante l’isola vanti luoghi enoturistici unici, come ad esempio Pantelleria (ricordiamo, infatti, che la coltivazione della vite ad alberello di Pantelleria è patrimonio dell’Unesco), oppure le terre dell’Etna o Trapani. Al posto della Sicilia entra invece la Sardegna, con le terre del Carignano e del Cannonau. Gli altri itinerari italiani presenti nella guida sono in Toscana (ma solo per il Chianti), Veneto, Trentino Alto Adige, Piemonte, Friuli e Puglia. Curioso anche il caso francese che è presente con gli itinerari della Champagne e della Borgogna ma non con il Bordeaux. E se le terre “tradizionali” del vino sembrano essere state “penalizzate”, troviamo invece novità come Marocco, Libano, Georgia (Stati Uniti).

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1511111429-3-torre.gif